All'inizio del corso di studi si propongono alcuni momenti dedicati ad aiutare i nuovi allievi a guardarsi "attorno" (i compagni, gli insegnanti, la scuola) e "dentro" se stessi.

 

Per mezzo di varie attività, dalle visite a tutto l'edificio, al dialogo guidato con i nuovi compagni, a riflessioni alle quali sono invitati personalmente, gli studenti di prima cercano di chiarire e di prendere coscienza:

  • delle aspettative che hanno nei confronti della scuola;
  • delle motivazioni che li hanno portati a iscriversi a questa scuola;
  • della necessità di condividere il progetto formativo;
  • dell'ambiente in cui si trovano.

Le attività di accoglienza mirano:

  • a favorire la consapevolezza del proprio ruolo;
  • a dare più sicurezza ai ragazzi più deboli;
  • a favorire positivi rapporti interpersonali (tra compagni e con il personale);
  • a impostare bene l'impegno scolastico.

RECUPERO DELLE ABILITÀ LINGUISTICHE

PER STUDENTI STRANIERI

Gli studenti stranieri iscritti nel nostro Istituto sono una realtà sempre più evidente, che richiede particolare attenzione sia per le difficoltà di inserimento, sia per la scarsa conoscenza della lingua italiana.

 

Questa loro condizione costituisce nella scuola secondaria di secondo grado un problema maggiore che non nei precedenti ordini di scuola, dove i docenti sono più preparati a lavorare sull’alfabetizzazione primaria, sulle dinamiche relazionali e sugli aspetti multi/inter culturali.

Il nostro istituto ha elaborato un progetto per far fronte ai bisogni degli alunni, dei genitori e dei docenti individuando queste priorità:

  • accoglienza
  • aggiornamennto lingua due
  • intercultura del programmi
  • “adattamento” dei programmi scolastici
  • risorse interne: docenti disponibili per lezioni individualizzate
  • risorse esterne:
    • CESTIM per reclutamento volontari
    • TANTE TINTE coordinamento d’area e centro di documentazione
    • Associazione “TERRA DEI POPOLI” per reclutamento mediatori culturali
    • C.T.P. (Centri Territoriali Permanenti) per il progetto A.L.I. (Accoglienza Linguistica Interculturale)
    • Consorzio con gli Istituti superiori Sanmicheli, Einaudi, Pindemonte per i corsi estivi di rinforzo in L2 (progetto (C.R.I.L. corso rinforzo linguistico interculturale)
  • biblioteca scolastica.

 

INSEGNANTI DI SOSTEGNO

E GRUPPO DI LAVORO

PER L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA

I genitori degli alunni certificati dall’ASL (in situazione di handicap) possono ottenere per il proprio figlio un insegnante di sostegno, in base a quanto previsto dalla legge 104 del 5/02/1992 e successive modifiche e integrazioni.

 

L’insegnante di sostegno affianca l’alunno per alcune ore settimanali: da un minimo di 4 ad un massimo di 18, in base alla tipologia dell’handicap.

L'Istituto G.Giorgi, in seguito alla C.M. 139/01 (Finanziamenti per l'integrazione degli alunni in situazione di handicap L. 104/92) punto b), ha deciso di partecipare alla formazione di un Centro Territoriale per l'Integrazione scolastica. Il CTI, nato nell'anno scolastico 2001/2002, cui è stato assegnato l'Istituto Giorgi dalla Direzione Generale del Veneto, è costituito dalle seguenti scuole:

  • 6°, 7°, 14°, 15°, 17° Circolo degli Istituti Comprensivi
  • Scuole Medie Inferiori Aosta, Verdi, King, Grezzana, Boscochiesanuova Barbarani
  • Scuole Superiori Sanmicheli, Nani, Istituto Stefani di Isola della Scala.
Soltanto per alcune attività partecipano anche l'Istituto Montanari e l'Istituto Berti del Chievo.

 

Oltre alle scuole il CTI è costituito da rappresentanti delle ASL 20, dei Comuni e di varie Associazioni (Unione Italiana Ciechi, Associazione Genitori Bambini Down. Ente Nazionale Sordi).

Ogni CTI annualmente può contare su un contributo regionale indicato nella C.R. prot. n. 125/02.

Le tematiche che vengono affrontate sono le seguenti:

  • orientamento (passaggio scuola media inferiore/ scuola media superiore degli alunni certificati);
  • riorientamento;
  • sportello informativo ad utilizzo di genitori e insegnanti per l'integrazione degli alunni certificati;
  • allestimento di una biblioteca di settore (presso il Centro Formazione Docenti in via Saliceto 1, aperta il martedì e il giovedì dalle 14:30 alle 17:30);
  • formazione per insegnanti non specializzati in servizio.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.