Nell'ambito della nuova riforma scolastica degli Istituti Professionali, il diplomato nell'indirizzo "Manutenzione e assistenza tecnica" possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi.

 

Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori produttivi generali (meccanica, termotecnica, elettrotecnica ed elettronica) e specificatamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

 

 

In particolare, il diplomato sarà in grado di:
  • controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente;
  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi;
  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi;
  • utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che lo coinvolgono;
  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento;
  • reperire e interpretare documentazione tecnica;
  • assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi;
  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità;
  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche;
  • operare nella gestione dei sevizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.
Il primo biennio (classi prima e seconda) è comune.

 

In terza si avrà la possibilità di scegliere tra le due opzioni proposte:

  • APPARATI, IMPIANTI E SERVIZI TECNICI INDUSTRIALI E CIVILI
  • MANUTENZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO
Questo permette agli studenti nei primi due anni del percorso quinquennale di riflettere ulteriormente sul percorso scelto e decidere il percorso successivo conoscendo meglio le proprie risorse e attitudini.

 

Al termine del corso di studi quinquennale lo studente avrà la possibilità di:

  • INSERIRSI NEL MONDO DEL LAVORO
  • PROSEGUIRE NEL SISTEMA DELL'ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE
  • PROSEGUIRE NEI PERCORSI UNIVERSITARI
Nella sede coordinata di Bovolone è disponibile solo l'opzione " APPARATI, IMPIANTI E SERVIZI TECNICI INDUSTRIALI E CIVILI".
 

QUADRO ORARIO SETTIMANALE

 

 
Materie trasversali
I
II
III
IV
V

MATERIE

COMUNI

Lingua e letteratura italiana
4
4
4
4
4
Storia
2
2
2
2
2
Lingua inglese
3
3
3
3
3
Matematica
4
4
3
3
3
Diritto ed economia
2
2
     
Scienze della terra e biologia
2
2
     
Scienze motorie e sportive
2
2
2
2
2
Religione/Attività integrative
1
1
1
1
1
Materie di indirizzo
     
 
 
Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica
3
3
     
Tecnologie dell'informazione e della comunicazione
2
2
     
Scienze integrate: Fisica
2...1*
2...1*
     
Scienze integrate: Chimica
2...1*
2...1*
     
Laboratori tecnologici ed esercitazioni
3
3
4
3
3
APPARTATI, IMPIANTI E SERVIZI TECNICI INDUSTRIALI E CIVILI Tecnologie meccaniche ed applicazioni    
5...2*
4...2*
4...2*
Tecnologie elettriche-elettroniche, dell’automazione e applicazioni
   
5...2*
5...2*
3...2*
Tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione di apparati e impianti civili e industriali
   
3...2*
5...2*
7...2*

MANUTENZIONE

DEI MEZZI DI TRASPORTO

Tecnologie meccaniche ed applicazioni    
5...2*
5...2*
4...2*
Tecnologie elettriche-elettroniche ed applicazioni
   
5...2*
4...2*
3...2*
Tecnologie e tecniche di diagnostica e manutenzione dei mezzi di trasporto
   
3...2*
5...2*
7...2*
 
TOTALE ORE
32
32
32
32
32
  le ore di laboratorio con (*) = ore di compresenza

 

APPARATI, IMPIANTI E SERVIZI TECNICI INDUSTRIALI E CIVILI

 

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici.

 

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica”, opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A), di seguito descritti in termini di competenze:

 

1)
Comprendere, interpretare e analizzare schemi di apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili;
2)
Utilizzare strumenti e tecnologie specifiche nel rispetto della normativa sulla sicurezza;
3)
Utilizzare la documentazione tecnica prevista dalla normativa per garantire la corretta funzionalità di apparecchiature, impianti e sistemi tecnici per i quali cura la manutenzione, nel contesto industriale e civile;
4)
Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite;
5)
Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni degli apparati e impianti industriali e civili di interesse;
6)
Garantire e certificare la messa a punto a regola d'arte degli apparati e impianti industriali e civili, collaborando alle fasi di installazione, collaudo e di organizzazione-erogazione dei relativi servizi tecnici;
7)
Agire nel sistema di qualità, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficienti ed efficaci.

 

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici.

 

MANUTENZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO

 

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Manutenzione mezzi di trasporto” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti inerenti i mezzi di trasporto di interesse, terrestri, aerei o navali, e relativi servizi tecnici.

 

A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica” - opzione “Manutenzione mezzi di trasporto”” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A), di seguito descritti in termini di competenze:

 

1)
Comprendere, interpretare e analizzare la documentazione tecnica relativa al mezzo di trasporto;
2)
Utilizzare, attraverso la conoscenza e l'applicazione della normativa sulla sicurezza, strumenti e tecnologie specifiche;
3)
Seguire le normative tecniche e le prescrizioni di legge per garantire la corretta funzionalità del mezzo di trasporto e delle relative parti, di cui cura la manutenzione nel contesto d'uso;
4)
Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite;
5)
Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni dei sistemi e degli impianti relativi al mezzo di trasporto;
6)
Garantire e certificare la messa a punto a regola d'arte del mezzo di trasporto e degli impianti relativi, collaborando alle fasi di installazione, collaudo ed assistenza tecnica degli utenti;
7)
Agire nel sistema di qualità, gestire le esigenze del committente, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficaci ed economicamente correlati alle richieste.

 

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Manutenzione mezzi di trasporto” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti inerenti i mezzi di trasporto di interesse, terrestri, aerei o navali, e relativi servizi tecnici.

 

I ragazzi che sceglieranno i 5 anni seguiranno un percorso che sarà improntato sulla salvaguardia dell’ambiente, sulle energie alternative, sullo sviluppo sostenibile. Al termine dei 5 anni potranno ottenere ( in tutte e due le opzioni “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili”e “Manutenzione dei mezzi di trasporto”) una certificazione che darà un vantaggio nell’inserimento lavorativo.

 

 

Ecco lo slogan IL GIORGI ECO SI’


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.