EDUSCOPIO

 

Scopri quali scuole della tua zona danno una marcia in più per l'università e il mondo del lavoro e scegli quella più giusta per te

6.000 scuole messe a confronto a partire dagli esiti universitari e lavorativi di 950.000 diplomati.

www.eduscopio.it

L’idea di fondo del progetto eduscopio.it è proprio quella di valutare gli esiti successivi della formazione secondaria - i risultati universitari e lavorativi dei diplomati - per trarne delle indicazioni di qualità sull’offerta formativa delle scuole da cui essi provengono.

Per farlo eduscopio.it si avvale dei dati amministrativi relativi alle carriere universitarie e lavorative dei singoli diplomati raccolti dai Ministeri competenti. A partire da queste informazioni vengono costruiti degli indicatori rigorosi, ma allo stesso tempo comprensibili a tutti, che consentono di comparare le scuole in base ai risultati raggiunti dai propri diplomati.

In particolare, per i percorsi universitari dei diplomati, eduscopio.it guarda agli esami sostenuti, ai crediti acquisiti e ai votiottenuti dagli studenti al primo anno di università, quello maggiormente influenzato dal lavoro fatto durante gli anni della scuola secondaria. Questi indicatori riflettono la qualità delle “basi” formative, la bontà del metodo di studio e l’utilità dei suggerimenti orientativi acquisiti nelle scuole di provenienza. In altre parole, i risultati universitari ci permettono di formulare un giudizio sulla qualità delle scuole secondarie superiori sulla base di informazioni che provengono da enti – gli atenei – che sono “terzi” rispetto alle scuole stesse, cioè imparziali, ma al tempo stesso molto interessati alla qualità delle competenze e delle conoscenze degli studenti.

Invece, per coloro che non proseguono gli studi e preferiscono entrare rapidamente nel mondo del lavoro, eduscopio.it verifica se hanno trovato un’occupazione, quanto rapidamente hanno ottenuto un contratto di durata significativa, se il lavoro ottenuto è coerente con gli studi compiuti o se invece è un lavoro qualsiasi. Infatti, la missione principale degli istituti tecnici e professionali è proprio quella di fornire competenze adeguate e immediatamente spendibili in termini lavorativi, curando in particolare la delicata fase di avvicinamento e ingresso al mondo del lavoro (transizione scuola-lavoro). Gli indicatori di eduscopio.it rivelano quali scuole assolvono molto bene a questa missione e quali, invece, accusano ritardi.

 

I dati sulle carriere lavorative dei diplomati sono riscostruiti a partire dagli archivi delle Comunicazioni Obbligatorie del Ministero del Lavoro e sono stati acquisiti attraverso la promozione di appositi accordi di collaborazione con i seguenti enti regionali: 

 

  • Assessorato alle Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca della Regione Basilicata, con il coordinamento della Direzione Generale del Dipartimento e con il supporto tecnico dell’Ufficio Politiche del Lavoro.
  • Assessorato alle Politiche Europee allo Sviluppo, Scuola, Formazione Professionale, Università, Ricerca e Lavoro della Regione Emilia-Romagna, con il coordinamento della Direzione Generale Economia della conoscenza, del Lavoro e Impresa e con il supporto tecnico di Ervet.
  • Assessorato al Lavoro, Pari Opportunità e Personale della Regione Lazio, con il coordinamento della Direzione Regionale Lavoro e con il supporto tecnico di LAZIOcrea che predispone l’accesso pubblico alle Comunicazioni Obbligatorie attraverso un apposito OpenDataHub.
  • Assessorato all'Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, con coordinamento della Direzione Generale e con il supporto tecnico della Struttura Sistemi informativi e Comunicazione
  • Assessorato all'Istruzione, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Piemonte, con il coordinamento della Direzione Coesione Sociale e dell'Area Istruzione e Formazione Professionale della Città metropolitana di Torino, con il supporto tecnico dell’Osservatorio Regionale del Mercato del Lavoro e dell'Osservatorio Orientamento, Istruzione e Formazione Professionale.
  • Ufficio di Presidenza e Assessorato al Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale della Regione Sardegna, con il coordinamento dell’Ufficio di Gabinetto di Presidenza e con il supporto tecnico dell’Ufficio di Gabinetto dell’Assessorato.
  • Assessorato all'Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e Pari Opportunità della Regione Veneto, con il coordinamento dell’Area Capitale Umano e Cultura e con il supporto tecnico di Veneto Lavoro.