:title:
PTOF - Piano Triennale dell'Offerta Formativa

 

                   ORGANIGRAMMA FUNZIONALE

 

A.S. 2016/2019

               Il presente Piano triennale dell’Offerta formativa, elaborato dal Collego dei docenti (Commissione POF), su indicazione del Dirigente con proprio atto di indirizzo, e approvato dal Consiglio di Istituto e dal Collegio stesso , è dettato dalle indicazioni della normativa L107/2015 art.1. FINALITA’ GENERALI (COMMA 1 l107/2015)

            Finalità generali che l’Istituto intende perseguire, calate nel contesto del territorio e integrate col RAV, per affermare il ruolo centrale della scuola nella società della conoscenza, innalzare i livelli di istruzione e le competenze delle studentesse e degli studenti, rispettare i tempi e gli stili di apprendimento, contrastare le disuguaglianze socio-culturali e territoriali, recuperare l’abbandono e la dispersione scolastica, realizzare una scuola aperta, quale laboratorio permanente di ricerca, sperimentazione ed innovazione didattica, di partecipazione e di cittadinanza attiva, garantire il diritto allo studio, le pari opportunità di successo formativo e di istruzione permanente .

OBIETTIVI DEL RAV

L’Istituto si impegna, nell’arco del triennio di validità del Rav, alla riformulazione del curricolo delle materie tecniche e scientifiche e di inglese, dopo la sperimentazione del primo esame di Stato, con la ridefinizione di un numero di obiettivi ridotto, ma coerente sia con il profilo di uscita ministeriale sia con le richieste del territorio,nonché al potenziamento degli strumenti matematici per coloro che si iscrivono all’Università. L’obiettivo è la maggior rispondenza alle esigenze pratiche degli alunni per aumentare la motivazione in modo da ridurre il numero di sospensioni (soprattutto in matematica e inglese) e di bocciature, aumentare l’occupabilità e fornire al contempo strumenti per coloro che intendono iscriversi all’Università. Per una minore varianza tra le classi, si rende necessario implementare prove in parallelo. Data la tipologia di scuola, è fondamentale incrementare la didattica laboratoriale attraverso il reperimento di fondi per nuove strutture e relativa formazione dei docenti sia sulle nuove tecnologie sia sulla didattica ordinaria sviluppata in forma, appunto, laboratoriale. Per ciò che concerne la partecipazione delle famiglie, L’Istituto, che vede percentuali bassissime di genitori partecipanti agli Organi Collegiali, ai colloqui, alla scuola per genitori ed anche agli incontri per classe organizzati per la discussione di problemi urgenti, sta valutando nuove strategie per il coinvolgimento, anche attraverso la figura dell’”animatore digitale”.Il nuovo Rav modifica gli obiettivi, inserendo quelli della maggior condivisione nel Collegio di prassi per la valorizzazione delle eccellenze, per aumentare i voti delle fasce alte all’Esame di Stato, e per una corretta applicazione degli obiettivi minimi, laddove richiesti.

Approvato dal Consiglio di Istituto del 20 ottobre 2017


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Approfondisci